Archivio della categoria: News

Giochi: da Blizzard un nuovo titolo

Blizzard sta preparando un nuovo titolo. Già da questa indiscrezione si può iniziare la giornata con un sorriso stampato sulla faccia. Blizzard infatti è una delle software house più famose al mondo per la qualità dei suoi giochi e per il supporto eccezionale che viene fornito in corso d’opera, fornendo aggiornamenti, add-on e bug fixing continui, anche per anni dopo il rilascio. Pensiamo a Diablo 2, che per anni ha goduto di un supporto senza paragoni dalla casa madre.

Su questo nuovo titolo in uscita ancora non abbiamo nessuna informazioni, sappiamo però che (ovviamente) sarà di ambientazione fantascientifica. Alcune indiscrezioni parlando anche di una sezione stile giochi di guerra online, ma ancora si basa tutto su ipotesi non confermate.

Quello che è certo è che Blizzard ha saputo creare un’attenzione intorno al suo brand che nessun’altro marchio di videogiochi è riuscito a fare. Certo ci sono Call of Duty o Battlefield che sono dei blockbuster delle vendite, ma non hanno dietro la stessa attenzione verso la casa madre. Questo si vede anche quando si organizzano fiere come il Blizzcon, che richiama sempre migliaia di ragazzi a condividere la propria passione. Che dire, aspettiamo con ansia il nuovo lavoro di Blizzard, siamo sicuri che sarà il nuovo punto di partenza per la nuova generazione di videogiochi.

Utenti internet: in Italia 1 su 2 naviga abitualmente

Stando ai dati resi noti da Censis e Ucsi, pubblicati nel nono rapporto sulla comunicazione, per la prima volta in Italia gli utenti internet superano la soglia del 50%. Ciò significa che la metà della popolazione è abitualmente attiva in rete. Per la precisione la percentuale degli utenti internet in Italia si attesta, in questo 2011, attorno al 53,1%, con una sostanziale crescita del 6,1% rispetto all’anno 2009. Come è facile prevedere, l’87,4% degli utenti che navigano online è costituito da giovani di età compresa tra i 14 e i 29 anni. Tuttavia, online si trovano anche gli anziani tra i 65 e i 80 anni, la cui percentuale si attesta attorno al 15,1%. Con l’avanzata di internet, però, c’è la crisi della carta stampata con conseguenti perdite per i giornali a pagamento.

I giornali online, essendo sempre fruibili dagli utenti, fanno perdere lettori alla carta stampata: volendo tradurre suddette perdite in cifre possiamo dire che tra il 2009 e il 2011 i quotidiani a pagamento hanno perso il 7% di lettori, mentre la free press è cresciuta, anche se solo dell’1,8%. Le testate giornalistiche nline, invece, rimangono stabili, registrando un lievissimo aumento dello 0,5%. I portali internet d’informazione, invece, crescono e si attestano intorno al 36,6% di preferenze degli italiani.

Sempre nel rapporto Censis si legge che tra i giovani utilizzano moltissimo i dispositivi mobili come, ad esempio, gli smartphone che fanno registrare un+3,3%, con un’utenza che arriva al 39,5% tra i giovani. Per quel che concerne le fonti d’informazione, al primo posto ci sono i telegiornali, scelti come fonte dall’80,9% degli italiani, sebbene, tra i più giovani, il dato scende al 69,2%. tra questi ultimi, invece, vanno molto i motori di ricerca su Internet (65,7%) e Facebook (61,5%).